Un anno esaltante.

0
2354
visualizzazioni

Un anno esaltante, quello che abbiamo vissuto impegnandoci per migliorare l’offerta sanitaria a Messina e nel territorio regionale.

Da quando abbiamo cominciato ad osservare, a conoscere la realtà che avremmo trovato all’Ospedale Piemonte, rendendoci conto che quell’ospedale, nelle condizioni in cui si trovava, avrebbe dovuto soltanto essere chiuso e abbandonato, a quando abbiamo deciso di intraprendere, nel rispetto della normativa regionale, che prevedeva l’affidamento di quella struttura al nostro Istituto, una strada impervia nella cui difficoltà abbiamo però trovato le motivazioni.

E alla fine di questa prima parte del percorso, guardiamo un momento indietro: abbiamo studiato per conoscere e decidere come e dove iniziare, abbiamo conosciuto i compagni di viaggio, gli operatori sanitari che avremmo dovuto mettere in condizione di esprimere le proprie capacità, poi abbiamo iniziato a lavorare, a volte a distruggere e ricostruire secondo un progetto moderno, una idea chiara che nel confronto tra noi abbiamo sviluppato. Lo abbiamo fatto seriamente ma abbiamo saputo anche scherzare, usare l’ironia verso chi affermava “morirete di Piemonte”.

Lo abbiamo fatto sapere a tutti, rischiando di renderci antipatici, ma consapevoli che ciò che stiamo costruendo. Perché l’Azienda che amministriamo non appartiene a noi se non come cittadini responsabili. Cittadini che hanno un incarico importante, quello di rendere servizi sanitari, utilizzando le risorse a disposizione con senso di responsabilità, partendo dalla storica struttura dei Colli, poi nell’antico e in parte già rinnovato Ospedale Piemonte e ancora in altre città della Sicilia.better outfit ideas

Con questo spirito, e con una certa soddisfazione chiudiamo questo primo periodo per iniziare la seconda parte del percorso e per poter dire alla fine del nostro incarico che quello che era il nostro compito lo abbiamo assolto, e forse anche qualcosa in più.

Ci è sembrato giusto farlo dire a Placido Bramanti, da sempre Direttore Scientifico dell’Istituto perché prima di tutti ci ha creduto e perché ha saputo farci innamorare della possibilità di realizzare un sogno non solo per noi ma per tutti.

Angelo Aliquò – Direttore Generale Centro Neurolesi IRCCS Messina